SOFFIATRICI ELETTRICHE PLASTIBLOW PER L’IMBALLAGGIO INDUSTRIALE

imballaggio_industriale

Nel settore del packaging industriale capita frequentemente di vedere soffiatrici mastodontiche ed energivore, con centraline idrauliche munite di grosse pompe ed accumulatori. La tecnologia degli azionamenti elettrici assume in questo campo grande valenza proprio perché si possono conseguire forti riduzioni dei consumi energetici. Plastiblow era entrata nell’esigente settore dell’imballaggio Industriale presentando già nel 2001 macchine per la produzione di taniche impilabili dotate di azionamenti elettrici e caratterizzate da soluzioni innovative e da prestazioni sorprendenti. I modelli proposti per la produzione di taniche di 20÷30 litri sono dotati di un gruppo di chiusura a ginocchiera che con un motore di soli 5 kW sviluppa una forza di 300 kN uniformemente distribuita sulle piastre portastampi, testimoniando l’alto contenuto tecnologico delle macchine Plastiblow. Grazie agli efficienti cinematismi, all’utilizzo di guide lineari, cuscinetti a rotolamento e moduli di recupero dell’energia cinetica, i consumi energetici sono particolarmente contenuti risultando fino al 70% inferiori rispetto a quelli delle obsolete macchine idrauliche.

Rientrano nella gamma Plastiblow impianti per la produzione di contenitori industriali della capacità fino a 30 litri in singola e doppia stazione mono-estrusione o coestrusione, con estrusori tradizionali o ad alimentazione forzata per l’utilizzo di polietilene ad alto peso molecolare in granuli o polvere.

Tutte le soffiatrici Plastiblow sono ampiamente personalizzabili, come normalmente è richiesto in un segmento fortemente specializzato, esigente e competente quale quello dei contenitori per imballaggio industriale, Gli impianti possono avere una o più stazioni di post-cooling per ridurre i cicli di produzione di taniche impilabili omologate UN. E’ anche possibile applicare attrezzature di estrusione a deformazione statica (SFDR) o dinamica (PWDS) per il controllo e l’ottimizzazione degli spessori anche in senso radiale. Per la produzione di pompe a spalla e di pompe a pressione si possono montare gruppi di soffio dal basso con divaricatori ed ugelli a svitamento per la realizzazione di filettature interne. Fra i tanti altri accessori delle soffiatrici Plastiblow ricordiamo, oltre al sistema brevettato di calibrazione dei colli in piena sicurezza con macchina in movimento, i dispositivi automatici a bordo macchina per la finitura dei pezzi, il soffio ad ago per manici saldati, le unità per il controllo di qualità in linea, le unità di inscatolamento ed i manipolatori, i sistemi per la realizzazione di view-stripe, etc.

L’ultima recente realizzazione riguarda una soffiatrice Plastiblow carro doppio modello PB30E/D COEX3 ad azionamento elettrico per la produzione di taniche impilabili da 20 litri in tre strati per oli lubrificanti. La soffiatrice è dotata di tre estrusori orizzontali, uno con diametro 100 mm per lo strato intermedio di HDPE da postconsumo (PCS) e due con diametro 70 mm per gli strati esterno ed interno. Inoltre un quarto estrusore verticale realizza la banda trasparente per il controllo del livello di liquido nel contenitore. Il raggiungimento di cicli veloci è possibile grazie alle due stazioni di post-raffreddamento che consentono il controllo delle deformazioni nella fase di raffreddamento.

© 2016 PLASTIBLOW s.r.l. Tutti i diritti riservati P.I. IT 04997270154